Avvia il gioco
The Game

Biografia di Pelé

""Nel 1950 il Brasile ospita la Coppa del Mondo. All'interno del più grande stadio del mondo, il Maracanã, la nazionale brasiliana affronta l'Uruguay. L'intera nazione è in festa.

Pelé

Nel piccolo paese di Bauru, un ragazzino e suo padre, con familiari e amici, aspettano con ansia la notizia della vittoria della propria nazionale. Tuttavia, incredibilmente, l'Uruguay segna due gol e vince la coppa, frantumando le speranze brasiliane.

All'interno del Maracanã, il pubblico è immobile, sotto shock. Le strade di Rio de Janeiro sono piene di gente in lacrime. Per il ragazzino però, tutto questo non è nulla in confronto alle lacrime e alla disperazione del padre per la sconfitta della propria nazionale.

Prima di andare a letto, il ragazzino abbraccia suo padre e gli promette solennemente: "Papà, vincerò la Coppa del Mondo. Lo farò per te e per il Brasile".


Otto anni dopo, un umile adolescente di 17 anni mantiene la promessa e il Brasile è campione del mondo.


Pelé

Questo è l'inizio della storia di Pelé, considerato il più grande atleta di tutti i tempi e tra i più famosi uomini del mondo.
Durante la sua gloriosa carriera sportiva, Pelé ha segnato 1283 gol in 1375 partite da professionista e ha conquistato trofei dentro e fuori dal campo.

Ha iniziato la carriera da professionista a sedici anni col Santos Football Club nel 1956 e in ventuno anni ha conquistato 59 titoli, comprese due Coppe Libertadores e due Coppe Intercontinentali, oltre ai tre titoli di Campione del Mondo vinti con la nazionale brasiliana.

È diventato una leggenda della sua selezione e uno dei più grandi calciatori di tutti i tempi, il più giovane vincitore della Coppa del Mondo a 17 anni, quando venne soprannominato O'Rei per la prima volta. È stato l'unico giocatore a vincere tre Coppe del Mondo con la propria nazionale.



Ha terminato la carriera nel 1977, dopo aver giocato per tre anni con i New York Cosmos, dove ha vinto il campionato americano e ha avvicinato i giovani al calcio.


Pelé

Prima di essere un giocatore impareggiabile, Pelé era un atleta eccezionale.

Correva i 100 metri in 11 secondi, solo un secondo oltre il record del mondo dell'epoca. Era in grado di saltare un metro e ottanta in altezza e sei metri e mezzo in lunghezza.

Determinazione, creatività e talento hanno contribuito alle sue giocate spettacolari mai viste prima di allora e che hanno rivoluzionato lo sport più popolare del pianeta.

Pelé è diventato una leggenda, stimato per il suo valore di giocatore e di uomo.
Tra le centinaia di riconoscimenti ricevuti a livello nazionale e internazionale, è stato premiato per cinque volte con il titolo di Atleta del secolo, è stato proclamato Atleta del Millennio ed è stato inserito nella Hall of Fame americana.
Ha vinto il riconoscimento come "Atleta che ha cambiato il gioco" e l'Oscar dello sport.

È stato nominato Cavaliere Onorario dell'Impero Britannico, Cittadino del Mondo dall'ONU, Ambasciatore dell'educazione, della scienza, della cultura e della buona volontà dall'UNESCO, Ambasciatore per l'ecologia e l'ambiente dall'ONU, Ministro dello sport del governo brasiliano e Ambasciatore dello sport al World Economic Forum di Davos nel 2006."